Storia

Storia

NASCE OTLAV

1956

Nel Marzo 1956 Angelo Padovan è pronto a compiere il grande salto, inizia a lavorare in proprio a Casselon di Bocca di Strada, frazione di Santa Lucia di Piave (TV). Nasce così Otlav (Officina Torneria Lavorazione Articoli Vari).

angelopadovan

Inizia la produzione di cerniere

1960

Nel 1960 OTLAV inizia la produzione di cerniere chiamate “Anuba” dal 1° produttore tedesco che realizzava cerniere per porte e finestre.

primacerniera

OTLAV viene trasferita a Sarano (TV)

1961

Diviene operativa la nuova sede dell’azienda a Sarano di Santa Lucia di Piave (TV).

 

 

OTLAVSarano

Realizzato il primo logo OTLAV

1965

 

Viene realizzato il primo Logo Otlav, sarà utilizzato per 11 anni.

 

logootlav1965

Prima azienda al mondo a stampare a freddo le cerniere.

1967

Una ferrea tradizione impone in Otlav massici e continui investimenti in tecnologie sempre all’avanguardia. Nel 1967 Angelo Padovan per primo al mondo riesce a stampare a freddo le cerniere, passando da una resa di 8 pezzi al minuto dei tradizionali torni, a 100 pezzi al minuto delle stampatrici a freddo.

stampaafreddo2

Primo brevetto OTLAV

1967

l’ingegno di Angelo Padovan inizia a trasformare le cerniere aggiungendovi valore tecnologico, OTLAV è la prima azienda a realizzare i gambi con filettatura a dente di sega con funzione antistrappo. E' il primo di una lunga ed ininterrotta serie di brevetti.

 

 

1967PrimoBrevettoPiccolo

SECONDO LOGO OTLAV

1976

Viene realizzato il secondo logo OTLAV, sarà utilizzato per 19 anni.

logootlav1976

Brevetto Sferal

1984

Il percorso intrapreso, ha visto OTLAV protagonista della realizzazione di cerniere rivoluzionarie come la Sferal (brevetto 1984), che è tuttora la tecnologia più avanzata nella produzione delle cerniere tipo anuba. Sul maschio delle quali viene inserita una sfera per ottenere una perfetta rotazione della coppia femmina-maschio.

 

 

sferal

EXACTA

1988

Nasce EXACTA: la prima cerniera con regolazione tridimensionale dei serramenti già installati, senza smontare ante dai telai.

exacta2

Viene a mancare il fondatore Angelo Padovan.

1990

Viene a mancare il fondatore Angelo Padovan alla guida gli succedono i figli Massimo e Fabio.

Myrtus

1990

Otlav costituisce Myrtus a Maniago (PN), in Friuli. Azienda specializzata in trattamenti galvanici.

myrtus

SAMARCU

2002

Viene creata la prima filiale estera: Samarcu srl prende vita in Romania.

samarcu

Inizia la costruzione dei nuovi stabilimenti

2003

Nel mese di maggio inizia la costruzione dei nuovi stabilimenti, un ulteriore passo verso il futuro.

inzionuovasedeOtlav

TERZO LOGO OTLAV

2005

Viene realizzato il terzo Logo Otlav ed è attualmente in uso.

logootlav2005

NUOVA SEDE

2007

Trasferimento nell’attuale sito produttivo, realizzato con tecnologie d’eccellenza e strumenti operativi d’avanguardia, viene visitato continuamente da tecnici che provengono dai 5 continenti.

azeinda

Nasce Invisacta: la gamma di cerniere a scomparsa.

2012

OTLAV, forte di oltre mezzo secolo di storia e da sempre orientata alla ricerca tecnologica d’eccellenza, si presenta sul mercato con la nuova linea di cerniere a scomparsa per porte a filo: INVISACTA.

invisibile2 Copia
1956
1960
1961
1965
1967
1967
1976
1984
1988
1990
1990
2002
2003
2005
2007
2012

Azienda

Azienda

OTLAV S.p.A produce cerniere per porte e finestre ed altri accessori per gli infissi.
Fondata nel 1956 dall’imprenditore Angelo Padovan,
OTLAV ha prodotto oltre 2.000.000.000 di cerniere dal 1956 ad oggi.

Forte di circa 100 brevetti depositati, Otlav garantisce alti standard qualitativi
ed è presente con la propria ampia gamma di prodotti in 75 paesi del mondo.
Nel 2007 è stato inaugurato il nuovo stabilimento OTLAV,
in via Angelo Padovan, 2 a Santa Lucia di Piave (TV),
un’area di 45.000 metri quadrati di cui 19.500 coperti.
Dopo la prima sede aperta nel marzo 1956,
oggi OTLAV ha trovato la collocazione per le sfide imposte dal nuovo millennio.

Fanno parte del gruppo OTLAV:

azienda nata nel 1990 a Maniago (PN)
specializzata in trattamenti galvanici.

filiale nata nel 2002 in Romania.
È sede di alcuni processi produttivi
ad alto contenuto tecnologico.

 

 

 

 

 

 

FILOSOFIA

FILOSOFIA

IL LAVORO COME IMPEGNO, ISPIRAZIONE E REALIZZAZIONE DELLA PERSONALITA'

Il luogo di lavoro come ambiente nel quale fluisce il tempo della vita e sul quale ogni vita lascia la propria inconfondibile impronta, e sempre e tutto al massimo grado della singola capacità. Il singolo entusiasmo che può esprimersi in una collettività che si riconosce in un unico obiettivo: pensare, fare e lottare per progredire.


Quadro del pittore Santalucese Giovanni Bisson raffigurante scene di vita Otlav, donato ai titolari dalle maestranze nel 1996. In primo piano a destra il fondatore Angelo Padovan.

La sede

La nuova sede

Nel 2007 è stato inaugurato il nuovo stabilimento OTLAV, in via Angelo Padovan 2 a Santa Lucia di Piave (TV), un’area di 45.000 metri quadrati di cui 19.500 coperti.
Dopo la prima sede aperta nel marzo 1956, oggi OTLAV ha trovato la collocazione per le sfide imposte dal nuovo millennio. 
“OAMH”: "Otlav Automatic Material Handling" è un progetto elaborato dopo cinque anni di ricerche e studi in tutto il mondo; un gioiello tecnologico realizzato disegnando dapprima la migliore logistica, quindi il successivo layout ed infine sopra questi il contenitore: un capannone alto 10 metri dall’inconfondibile forte impronta tecnologica.
La razionalizzazione degli spazi, l’ottimizzazione della logistica e la valorizzazione dell’automazione integrata, sia per quanto riguarda il flusso dei materiali, che delle informazioni permettono, l’abbattimento dei costi, rendendo così le cerniere prodotte sempre più competitive e con un livello qualitativo senza confronti.
Il mezzo per ottenere tutto ciò è la messa in pratica di un complesso sistema automatico: dalla prima fase di produzione, cioè dall'ingresso in fabbrica della materia prima, fino all'uscita del prodotto finito, senza subire alcuna influenza dall'esterno.
Basti pensare che per il trasporto dei materiali il "Sistema Informatico Trasporti Otlav" si serve di carrelli automatici laser guidati, quindi senza autista a bordo, progettati e realizzati appositamente per OTLAV: gli LGV (Laser Guided Vehicle). Questi carrelli trasportano, distribuiscono e prelevano dai singoli macchinari i materiali necessari per la lavorazione, senza soluzione di continuità, rendendo il ciclo produttivo (dall'arrivo della materia prima fino all'imballaggio ed alla consegna della merce) veloce, sicuro e preciso e soprattutto permettendo la rilevazione "just in time" di ogni fase di lavorazione.
OTLAV è oggi un'azienda altamente competitiva ed è l'unica de settore totalmente automatica e indipendente in Europa.
Il vero punto di forza è lo sviluppo interno di gran parte di queste tecnologie dedicate all’automazione.
È stato, così, raggiunto un obiettivo tenacemente voluto: svincolare ogni fase dell'attività aziendale dagli imprevisti che derivano dal dover svolgere alcune fasi produttive all'esterno.

SICUREZZA
A misura d'uomo.

Otlav è dotata di uno stabilimento completamente innovativo dove le scelte tecnologiche pongono in primo piano il valore dell'uomo: migliore è la qualità di vita, migliore è la qualità del lavoro.
I reparti sono progettati con spazi ampi ed ariosi, con efficientissimi sistemi di areazione, specifici per ogni diverso reparto; la luce naturale illumina in modo completo e diffuso ovunque. La temperatura è costante e contribuisce a garantire un ambiente salubre. La formidabile automazione dei processi produttivi garantisce ulteriormente la sicurezza di tutti gli operatori al massimo livello. Dal 1990 al 2008 gli infortuni hanno subito un calo del 95%.

Arte e Cultura

dogebollino
portabollino
chakrabollino

OTLAV È UN OMAGGIO ALLA REPUBBLICA SERENISSIMA.

La Repubblica di Venezia, alla quale apparteneva anche la provincia di
Treviso, ove ha sede l’Otlav, è stata l’unica entità nella storia dell’umanità
ad aver protetto e conservato la propria indipendenza per 1.300 anni, dal
25 Marzo 421 (data alla quale si fa risalire la fondazione della città di
Venezia) al 12 Maggio 1.797, con l’abdicazione del Governo Veneto e
l’entrata in Venezia di Napoleone Bonaparte.

Per secoli la Dominante, come era chiamata Venezia, ha garantito pace,
libertà e prosperità ai suoi territori. Ecco quindi che la nuova sede Otlav
richiama continuamente, con immagini e simboli, il forte legame
di lavoro e stima che univa gli abitanti di quest’area alla loro capitale.

Otlav vuole essere un percorso che rende onore ai principi elevati
che Venezia ha sempre strenuamente difeso: giustizia, libertà,
durissimo lavoro ed intelligente e coraggioso intraprendere nel mondo.

 

 

 

 

PORTE E UFFICI

Il senso di appartenenza di chi oggi lavora in Otlav ad un passato che ha precorso, in campo economico, con secoli d’anticipo, vicende e metodi ancora attuali, si esprime anche riconoscendosi nelle emozioni che si assorbono quotidianamente passando nei corridoi degli uffici su cui prospettano porte, ciascuna recante le immagini di quadri emblematici di pittori veneti. Ogni porta è illustrata con una scena che evoca ciò a cui quell’ufficio è preposto. Si alternano così i capolavori eterni di Tintoretto, Cima da Conegliano, Tiziano, Canaletto, Mantegna, Bellini, Carpaccio, Veronese, Tiepolo e altri. E’ una rassegna emozionante e unica, che lega al lavoro, l’arte, la passione e la storia.

 

CRISTO DELLA DOMENICA
di anonimo pittore veneto presso la Pieve di San Pietro di Feletto (TV),
immagine raffigurata nella porta tra gli uffici e gli spogliatoi.

CHAKRA

OTLAV deve il successo dei suoi prodotti alle intuizioni e alle percezioni che fanno scaturire i processi mentali che si concretizzano in quelle che sono le idee. La forza delle idee si tramuta in innovazioni. In un ambiente favorevole l’energia innovativa è in perenne movimento. Idee, idee, senza sosta. E’ così che prodotti, migliorie, processi produttivi e tecnologici sono il frutto del quotidiano ed incessante confronto tra gli addetti alle diverse aree tecnologiche e produttive. E’ energia in movimento. L’uomo stesso è struttura materiale di atomi sempre in movimento. Ecco che viene naturale un parallelismo fra corpo umano, con tutte le sue aree perfettamente coordinate e ciascuna con la propria insostituibile competenza, e azienda. E’ questo il motivo di fondo che fa fare la sua apparizione in Otlav anche all’antichissima filosofia orientale dei Chakra. I Chakra, i principali sono sette, sono particolari punti del corpo umano, veri e propri nodi energetici nei quali si addensa un certo tipo di energia propria di ogni area. Otlav, azienda-sistema pulsante e vitale, assurge a simbologia del corpo umano, la più micidiale e perfetta macchina mai costruita. Ogni chakra ha un colore specifico. Ecco perché i sette reparti produttivi dell’Otlav sono stati colorati con i sette colori dei chakra, in una successione che dà veste simbolica ad ogni reparto di trasformazione e del divenire del prodotto, dall’inclusione anonima in una verga di ferro a pezzo perfettamente sagomato e dimensionato al centesimo di millimetro. L’utilizzo di specifici colori e l’ispirazione ai Chakra hanno l’obbiettivo di stimolare l’armonia, la sintonia e la creatività tra tutti gli addetti di OTLAV.

Qualità Φ Padovan

Il cammino verso la perfezione

Una scritta giganteggia su una parete dell'azienda: “Il cammino verso la perfezione. Qualità Φ Padovan”. Una frase di facile approccio semantico, dal significato immediato, non fosse per quella lettera greca, la quart'ultima dell'alfabeto di Platone, che lascia subito interdetti. Che cosa vuol dire quella Φ? E' un numero, 1,618, che indica un rapporto che si ritrova ovunque in natura. E’ stato definito la “Divina Proporzione”, detta anche “Sezione Aurea”. L'equilibrio che è alla base dell'universo, un rapporto costante, matematico e perfetto che si ripete immancabilmente nel mondo che ci circonda. Principio universale che ritroviamo in vari campi e sotto diversi aspetti. Le piante, gli animali, gli uomini e tutto il creato hanno misure che rispettano esattamente questo incredibile rapporto, che diventa quindi simbolo di perfezione, poiché è il mattone che Dio, il Creatore dell’Universo ha usato proprio per costruire il Creato. Gli esempi sono molteplici: la proporzione tra femmine e maschi in tutti gli alveari è sempre la stessa: 1,618; il rapporto tra le rotazioni delle spire dei semi di girasole è sempre 1,618; il corpo umano poi è letteralmente costituito da elementi che stanno tra loro in rapporto di “Φ”: 1,618. Tutto rispetta in maniera stupefacente la Proporzione Divina: lo possiamo provare dividendo la nostra altezza con la distanza del nostro ombelico da terra: 1,618; la distanza dalla spalla alle punta delle dita divisa per la distanza dal gomito alle punta delle dita: 1,618.

Φ è l’ordine che sta sotto l’apparente disordine (il Caos) del mondo. Di numero d'oro, di geometria sacra parlarono i grandi teorici del passato, da Vitruvio alla celebre proporzione del corpo umano disegnata nell'uomo di Leonardo. In geometria la Divina Proporzione o “Sezione Aurea” è data dal rapporto tra le due parti di una retta di cui la maggiore è parte proporzionale tra la minore e la loro somma.  Un rapporto che risponde sempre a quel celebre Φ.

Ma che valore ha questa lettera greca? Ce lo spiega Fibonacci, un matematico del XII secolo, ricordato ancora oggi per la sua successione numerica: 0, 1,1, 2,3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233, 377 e così avanti. La serie indica che ogni numero è la somma dei due precedenti e dividendo l'ultimo numero con il precedente si ottiene sempre la stessa proporzione: 1,618. Indicata con il numero aureo Φ, il quale esprime, dunque, la proporzione universale, la meravigliosa bellezza che esiste in natura

Una filosofia di qualità, quella della Otlav, che mira alla perfezione simboleggiata dalla divina proporzione del Φ. E che si concretizza nel servizio “Controllo Qualità Otlav” funzionante dal 1984. Sin da quell'anno l'azienda ha constatato la necessità di puntare sulla qualità.

L'Ufficio presta grande attenzione alla scelta dei fornitori e dei terzisti con i quali è attiva una ampia collaborazione. Il lavoro si svolge attraverso un sistema certificato che permette la rintracciabilità del processo produttivo.

La Otlav non ha mai risparmiato gli investimenti per migliorare continuamente il sistema qualità e la soddisfazione del cliente. Perché è lui, il cliente, l'arbitro della qualità del prodotto dell'azienda. I controlli del prodotto partono dalla materia prima e arrivano al prodotto finito. Vengono anche effettuati controlli del materiale durante il processo di produzione (trasformazioni), controlli dei pezzi acquisiti, delle attrezzature tradizionali (micrometri e calibri) e di quelle più sofisticate (spettrofotometro, macchine a trazione, camere di nebbia salina).

Il Laboratorio “IUS” (Simulazione di Utilizzo Intensivo) viene costantemente utilizzato per la Certificazione CE dei prodotti e può rilasciare certificati di collaudo sugli infissi dei clienti.

La qualità è la filosofia vincente Otlav.

Ambiente

bollinopapaveri
bollinogiardino
bollinotabelle

IMPATTO AMBIENTALE RIDOTTISSIMO

OTLAV è cosciente dell’importanza che svolge nel rispetto del territorio poichè un’azienda che vive fortemente le proprie radici culturali.

Una gestione responsabile dei rifiuti e degli scarti di lavorazione che risale alle direttive imposte da Angelo Padovan.

Oggi queste impostazioni si sono evolute ed articolate e prevedono la raccolta differenziata e smaltimento di ben 31 tipologie di differenti rifiuti, per ognuna delle quali è stato studiato un apposito iter con differenti formulari, licenze ed autorizzazioni.

Diverse aree sono dedicate allo stoccaggio; mentre la procedura di trattamento avviene al coperto ed al riparo dagli agenti atmosferici ed ambientali, garantendo uno smaltimento privo di possibilità d'inquinamento.

 

 

 

 

PARCO E GIARDINO

Cultura e ambiente a braccetto.

Chi vive una parte notevole della propria esistenza in Otlav, luogo di lavoro e di pensieri che irrompono a creare e anche chi viene a visitare questa opera che riassume decenni di sacrifici di fatiche e speranze, possa fermarsi un istante a mirare i silenziosi alti amici verdi dell’uomo: gli alberi!

Attorno alla Otlav è stato creato un parco nel quale sono stati messi a dimora gli alberi dai quali sono ricavate le tavole usate dai falegnami per essere trasformate in infissi, alberi che molte volte non sono mai stati visti da chi li lavora.

E’ stato poi realizzato un Giardino Botanico che propone anche alcuni ambienti tipici della collocazione geografica di OTLAV, nel quale sono state piantate con cura rare piantine ed erbe endemiche di ciascun ambiente.
Fortemente voluto da Fabio Padovan come invito a compiere il primo passo verso il rispetto totale dell’ambiente nel quale viviamo.
Il giardino botanico Otlav, con le sue tabelle e le sue spiegazioni, vuole sottolineare il profondo radicamento sul territorio del lavoro e dei suoi protagonisti: la stessa famiglia Padovan e i lavoratori che a centinaia sono passati e che tuttora qui abitano e vivono.

 

 

 

 

LA NOSTRA STORIA

Cercare di capire e almeno conoscere marginalmente come l’uomo è giunto ai nostri giorni e agli attuali risultati può essere anche un passatempo.

Lungo il lato ovest dell’azienda, per 170 metri, si snoda un percorso che segnala con grandi tabelle esplicative la storia dell’umanità, dal Big Bang (13.700.000.000 di anni fa) alla nascita dell’Otlav (1956 d.c.).

E’ la storia dell’uomo, la nostra storia, calata però nella realtà di quest’area. Molte sorprese possono colpire il visitatore, ma tutto è documentato, tratto da testi originali, talvolta cancellati dalla storiografia ufficiale, poiché, è noto, la storia è riscritta dai vincitori.

 

 

 

 

 

 

Lavorazioni

Lavorazioni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TORNERIA
Torni di ultima generazione per lavorazioni da 3 mm a 35 mm. Rilascio automatico di carte XR per essere all’altezza degli standard qualitativi internazionali.

STAMPAGGIO
OTLAV ha sviluppato tecnologie proprie per ottenere risultati sorprendenti per rese produttive e livello di qualità.  Il reparto è avveniristico ed ogni stampatrice è ormai solo il cuore pulsante di un’isola che raggruppa 5 macchine operatrici e che permette di ottenere in linea veri gioielli di tecnologia.          

RULLATURA
Specifica fase di lavorazione che richiede antiche conoscenze sulla deformazione e sullo scorrimento plastico degli acciai. Solo una cinquantennale esperienza può ricavare, con la passione di chi opera in un ambiente stimolante, operazioni altrimenti impossibili.

SALDATURA
Tutte le macchine operatrici sono frutto di oltre cinquant’anni di know-how e incessanti migliorie. Tutte sono progettate e realizzate all’interno di Otlav dall’apposita divisione “Otlav Engineering Division”. Queste macchine non esistono nel mercato e sono l’orgoglio di decine di tecnici che in Otlav hanno trascorso parti delle loro vite.

ASSEMBLAGGIO
Anche le isole di questo nuovissimo reparto, con stazioni robotizzate, fino a diciotto posizioni, sono state progettate e costruite interamente da “Otlav Engineering Division”.

INIEZIONE PLASTICA
Reparto con presse ad iniezione di materiali plastici ricoprenti con caratteristiche tecniche elevate volte a specifiche esigenze.

STAMPAGGIO DA LAMIERA
Reparto con presse verticali di vario tonnellaggio, con asservimenti complessi, automatici.

ATTREZZERIA
E’ la forza creativa che rende Otlav completamente autonoma dagli accadimenti esterni.
Qui vengono realizzati tutti gli stampi, viene costruito il 75% dei macchinari che saranno utilizzati per la produzione e da qui si interviene immediatamente per la manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, meccanica, pneumatica, elettrica ed elettronica.
Questo reparto è un fiore all'occhiello di OTLAV perché è il frutto di studi, analisi ed esperienze accumulate dai lavoratori dell'azienda sin dal 1956  e tramandate dai più anziani che lasciano per la pensione ai più giovani, i quali costantemente vengono immersi nei reparti per imparare "l'arte" e continuare la grande tradizione tecnologica OTLAV.

MAGAZZINO
E’ un’area multifunzione altamente automatizzata in cui si concentrano e cooperano tecnologie e funzionalità diverse: trasloelevatori che prelevano e immagazzinano pallet e cassoni; navette che imbarcano e depositano materiali nei vari punti di ingresso o uscita dell’anello per l’Automatic Material Handling o per le baie di spedizione; la stazione per la parzializzazione automatica dei contenitori; la stazione robotizzata per il riconoscimento ed il conteggio dei pezzi in ingresso; l’impianto di confezionamento e pallettizzazione del prodotto finito; le attrezzate baie di picking.
Il servizio di trasporto dei materiali tra il magazzino, i reparti produttivi e l’area di accettazione, è assicurato da carrelli automatici laser-guidati (LGV).
Il tutto è governato da un efficiente sistema di gestione, integrato al sistema informativo aziendale.

 

 

 

 

 

 

Metodo

Metodo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Flussi automatizzati e sincronizzati sia per i materiali che per le informazioni tra i vari enti aziendali. Quattro anni di ricerche e di progetti hanno disegnato il layout perfetto, sopra il quale è stato poi progettato ed edificato il nuovo stabilimento. Ciò ha comportato il massimo abbattimento dei costi di gestione e di produzione, elevando il livello di efficienza.

RICERCA E SVILUPPO
Un piccolo nucleo di persone, altamente specializzate, è preposta all’innovazione continua, anticipando e soddisfando gli incessanti nuovi bisogni del mercato, conseguenti alle sempre nuove tecnologie immesse.
Gli addetti di questa unità d’avanguardia, che ha sempre avuto un valore strategico per il successo delle cerniere prodotte da OTLAV, lavorano a stretto contatto con la divisione commerciale direttamente sul mercato, per l’acquisizione delle informazioni fondamentali per la realizzazione dei nuovi prodotti. Allo stesso tempo essi si dedicano costantemente allo sviluppo e all’ingegnerizzazione del processo di automazione integrato dello stabilimento OTLAV.

PIANIFICAZIONE
Un sistema gestionale di nuovissima generazione, alimentato dai dati raccolti in tempo reale da ciascuna macchina operatrice attraverso un’articolata rete informatica che sovrintende alla pianificazione e schedulazione della produzione. Analizzando gli ordini di vendita, considerando la capacità e disponibilità degli impianti produttivi, in modo autonomo ed automatico attraverso calcoli algoritmici, ottimizza l’impiego delle risorse aziendali tenendo conto delle esigenze del cliente, per soddisfarle nel minor tempo possibile.
Il modulo per la Pianificazione della Produzione di OTLAV, partecipa anch’esso al Sistema Informativo Integrato di Produzione, che vede cooperare in efficiente sinergia vari sottosistemi: Magazzini, Logistica, Avanzamento Produzione, Controllo Qualità.

AUTONOMIA
OTLAV è l'unica azienda del settore che può vantare una vera e propria autonomia nei processi produttivi,  a cominciare dalla progettazione e costruzione dei propri macchinari ed attrezzature, gestendone poi la manutenzione e la riparazione. Sono diventati inoltre proprie anche tutte le lavorazioni speciali e quelle relative alla gamma di finiture che caratterizzano e valorizzano le cerniere OTLAV. Questo grazie a due aziende d’eccellenza del gruppo: Myrtus per i trattamenti galvanici e Samarcu per le verniciature a polveri.
Con questo assetto organizzativo e tecnico OTLAV riesce ad avere il pieno controllo gestionale dei processi produttivi, garantendosi contro gli imprevisti esterni, aumentando l’efficienza della programmazione e quindi il livello del servizio, potendo rispondere sempre in prima persona ai bisogni dei clienti.

LOGISTICA
Fulcro dell’efficienza OTLAV è il nuovissimo magazzino automatizzato che, tramite un funzionale impianto per l’”Automatic Material Handling”, si interfaccia con il sottosistema di trasporti interni LGV. Questo articolato sistema per la logistica si integra a sua volta nel sistema azienda OTLAV, fortemente voluto per ottenere una gestione all’avanguardia di tutti movimenti di materiali, dalla materia prima ai semilavorati fino al prodotto finito, in grado di supportare con tempi velocissimi e con la massima efficacia l’approvvigionamento di tutti i reparti produttivi e delle aree di accettazione e spedizione.I flussi di dati relativi alla vendita, produzione e spedizione di cerniere, cardini, cappucci, sono gestiti da un'apposita unità di elaborazione che ne sincronizza la comunicazione tra i vari sistemi, garantendone l’integrità.

SISTEMI INFORMATIVI
Dal 1° marzo 1982 il Centro Elaborazione Dati (CED) è la risorsa strategica che assicura  ad OTLAV strumenti e tecnologie d’avanguardia per il controllo e la gestione delle sue attività.
Otlav è diventata leader di mercato, grazie anche alla volontà e capacità di mantenere sempre elevato il livello di efficienza del suo sistema informativo, vero e proprio sistema nervoso aziendale.
Con l’intervento nell’area logistico-produttiva, legato alla dislocazione nella nuova sede, i sistemi Otlav hanno fatto un notevole salto di qualità, arrivando a gestire le funzioni aziendali nella loro totalità.
L’infrastruttura informatica è basata su server fisici e virtuali, unità di rete, di storage e di backup, ospitati in un attrezzato data-center, utilizzanti architetture in alta affidabilità per garantirne la continuità operativa. Essi sono collegati tra loro e con le rispettive postazioni di lavoro dislocate per l’azienda attraverso un’articolata ed efficiente rete, anch’essa con criteri di alta affidabilità, che utilizza connessioni in fibra ottica, in rame e wireless.
La comunicazione con le altre aziende del gruppo e con l’esterno è assicurata da due collegamenti ad Internet in banda larga.
Opportuni strumenti di controllo costantemente aggiornati, insieme con un’accurata gestione delle policy di sicurezza, garantiscono un elevato livello di efficienza dei sistemi e della gestione dei dati.

 

CONTROLLO QUALITA’

"Il cammino verso la perfezione. Qualità Φ Padovan" una frase che spicca sulle pareti interne dello stabilimento.

Una filosofia di qualità, quella della Otlav, che mira alla perfezione simboleggiata dalla divina proporzione del Φ che si concretizza dal 1984 nell’Ufficio Controllo Qualità, il quale, attraverso un costante controllo dei prodotti e la repentina individuazione delle strategie di risoluzione dei problemi, ha lo scopo di offrire nuovi indirizzi del modo di lavorare in maniera da ottenere articoli di sempre migliore qualità. L'Ufficio presta altresì grande attenzione alla scelta dei fornitori e dei terzisti con i quali è attiva una ampia collaborazione; organizza corsi di formazione per il personale interno, cura le certificazioni CE e le dichiarazioni di prestazione.
Il Laboratorio “IUS” (Simulazione di Utilizzo Intensivo) viene costantemente utilizzato per la Certificazione CE dei prodotti e può rilasciare certificati di collaudo sugli infissi dei clienti.
La qualità è la filosofia vincente per OTLAV.